NOTA CONCLUSIVA SECONDA ASSEMBLEA – 14 NOVEMBRE 2018

By giulia_p 6 mesi ago
Home  /  Comunicati  /  NOTA CONCLUSIVA SECONDA ASSEMBLEA – 14 NOVEMBRE 2018

VERSO le elezioni amministrative del 2019

Pensiamo a una Coalizione Civica di sinistra che rappresenti le varie costellazioni del mondo democratico, progressista, ambientalista, laico e di ispirazione religiosa, delle forze civiche, dei comitati, dei molti cittadini che non si recano nemmeno più alle urne, ma anche dei soggetti politici impegnati nella ricostruzione di un campo dell’alternativa.

In questo percorso non partiamo da zero, ma utilizzeremo le tante proposte, le idee e i progetti già sostenuti dal gruppo consiliare Firenze riparte a sinistra e di quello regionale SI – Toscana a sinistra.

Non una Coalizione di sigle quindi, ma un campo aperto, qualcosa di più ampio, più inclusivo, riconoscibile perché tiene insieme più storie personali e politiche, impegni politici e sindacali diversi, ma tutti radicati nel tessuto sociale della città.

La Coalizione Civica che immaginiamo dovrà esprimere l’ambizione di giocare fino in fondo la partita elettorale, dunque di giocare la partita per governare la città. Così come la lista che sosterrà il candidato/a dovrà rappresentare l’intero mondo della sinistra, nessuno escluso. Con l’Assemblea di oggi (martedì 14 novembre), si avvia un processo democratico che consentirà di definire, insieme ai contenuti, anche le forme con le quali ci presenteremo alle elezioni.

In questo lungo viaggio verso le amministrative 2019, dovremo anche, quanto prima, individuare il candidato/a sindaco.

Il candidato/a dovrà essere espressione del percorso che abbiamo tracciato, dovrà rappresentare storie politiche, civiche, personali, di lotta, anche diverse ma ispirate dagli stessi valori e dal perimetro definito dall’architettura costituzionale. E’ opportuno che Il candidato/a non abbia avuto ruoli di primo piano nelle scorse elezioni del 4 marzo.

Pensiamo ad una candidatura inclusiva e nella quale gli elettori possano riconoscere i tratti della discontinuità, diremmo della “normalità”, dell’impegno civile, della passione per la politica vissuta in modo disinteressato, come servizio alla Cosa Pubblica. Una candidatura che recuperi lo spirito con cui i padri costituenti hanno vissuto il loro impegno politico, immaginato l’Italia del futuro, gestendo il potere personale derivato dal loro ruolo con estrema attenzione, con sobrietà, con senso dello Stato.

Infine pensiamo a un candidato/a che sappia condividere progetti e azioni politiche, i processi decisionali, con tutta la Coalizione e con i cittadini, perché siamo consapevoli che l’eccesso di leaderismo, soprattutto quello maschile, è stato uno dei motivi delle sconfitte e delle divisioni della sinistra.

Category:
  Comunicati
this post was shared 0 times
 000
About

 giulia_p

  (6 articles)