Il divieto di manifestazione è un atto di eversione costituzionale. Come è possibile applaudirlo??

By Firenze Città Aperta 3 settimane ago
Home  /  Comunicati  /  Il divieto di manifestazione è un atto di eversione costituzionale. Come è possibile applaudirlo??

Il Ministero dell’Interno, tramite messaggi social e dichiarazioni, annuncia il divieto dal 10 novembre tutte le manifestazioni nei centri storici “tutte non solo quelle no greenpass e no vax” dichiara il sottosegretario Sibilia. Solo presidi statici quindi e cortei in zone periferiche.
Ci sono tutti i mezzi per impedire gli assembramenti senza mascherine, con i conseguenti contagi, di alcune manifestazioni No greenpass, ma si sceglie di vietare le manifestazioni a tutti.
Non lo condividiamo, è un fatto grave che crea una situazione di limitazione alla libertà di manifestare gravissima.
E lo fa, e questo aumenta la gravità, raccogliendo la richiesta dei commercianti.

Lo shopping pre-natalizio deve andare avanti, la democrazia costituzionale può andare indietro fino a scomparire. Questa decisione rientra nella cultura di Draghi, che rigetta il conflitto e impone il silenzio, in nome dell’ordine costituito e del profitto.

Ma il consenso che sta ricevendo da forze politiche che si dichiarano democratiche ci lascia sconcertati e preoccupati.

Firenze Città Aperta

Category:
  Comunicati
this post was shared 0 times
 000
About

 Firenze Città Aperta

  (29 articles)